Polizia, furto cavi elettrici e decreto di espulsione disatteso: due arresti

 

Sorpreso ed arrestato dal personale del Reparto Prevenzione Crimine “Puglia Meridionale” di Lecce, d’intesa con una volante della Questuira di Brindisi, mentre era intento a tagliare dei cavi elettrici per impossessarsene del rame. L’uomo, E.C. di 69 anni, era intento a tagliare i cavi  in un pozzetto di derivazione della pubblica illuminazione in via Pedagne, a Brindisi. Adeguatamente attrezzato, l’uomo aveva con se circa 15 chilogrammi di cavo di rame già sfilato dall’impianto. Arrestato e posto ai domiciliari questa mattina l’uomo è comparso innanzi al giudice monocratico per la direttissima e la convalida dell’arresto.
  Non solo furto di rame. I poliziotti hanno anche arrestato un cittadino albanese, M-S. di 41 anni al suo arrivo a Brindisi presso…
Leggi l’intero articolo su: http://chiazzarande.blogspot.com/2018/03/polizia-furto-cavi-elettrici-e-decreto.html

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *