Marco Zanni: le nomine UE rappresentano un ostracismo verso le forze scomode

 

Con appena 383 voti a favore (l’elezione scattava a quota 374), Ursula Von der Leyen è diventata presidente della Commissione Europea. Con soltanto 9 voti di scarto, si comprende come il Parlamento europeo sia profondamento spaccato e incerto sul futuro dell’Unione. Abbiamo sentito il parere del capogruppo di Identità e Democrazia (ID), nonché responsabile Esteri della Lega, Marco Zanni.

La Lega è rimasta esclusa dalle principali nomine UE. Come è possibile che una delle forze politiche più rappresentate nel Parlamento non sia stata presa in considerazione?
– Il gioco di Bruxelles consiste proprio nell’ostracismo delle forze di maggioranza, che puntano a eliminare le presenze…
Leggi l’intero articolo su: https://lasvolta2017.com/2019/07/29/marco-zanni-le-nomine-ue-rappresentano-un-ostracismo-verso-le-forze-scomode/

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *