Mafia: chiesta conferma condanne ‘postini’ Messina Denaro

 

Il procuratore generale della Corte d’appello di Palermo ha chiesto la conferma delle condanne (in tutto, 80 anni di carcere) che il 2 maggio 2016 il Gup Walter Turturici inflisse a sei presunti esponenti o fiancheggiatori del clan mafioso capeggiato da Matteo Messina Denaro, coinvolti nell’operazione “Ermes” del 3 agosto 2015. L’indagine consentì di fare luce sull’ultima rete di “postini” al servizio del boss latitante castelvetranese. In primo grado, sono stati condannati a 17 anni di carcere ciascuno l’imprenditore Giovanni Domenico Scimonelli, presunto boss di Partanna, un “colletto bianco” ritenuto tra gli uomini piu’ vicini a Messina Denaro (avrebbe reinvestito anche in Svizzera i soldi del boss), il presunto capomafia di Salemi, Michele Gucciardi e Pietro Giambalvo, uomo “d’onore”…
Leggi l’intero articolo su: http://www.grandangoloagrigento.it/mafia-chiesta-conferma-condanne-postini-messina-denaro/

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *