La microplastica inquina anche a 2mila metri di profondità

 

La microplastica inquina i sedimenti dei fondali marini fino a 2000 metri di profondità. A scoprirlo i ricercatori dell’ente nazionale australiano di ricerca Csiro che che l’hanno rilevata nel Great Australian Bight, la Grande Baia che delimita al sud gli stati del South Australia e del Western Australia.
Gli studiosi ne hanno trovato i frammenti mentre analizzavano campioni prelevati a centinaia di chilometri dalla costa in uno degli ambienti marini più preziosi per la biodiversità e più isolati d’Australia. Secondo ambientalisti e scienziati, il rinvenimento dovrebbe servire da campanello d’allarme ai governi e alle grandi compagnie per ridurre l’uso della plastica e per “legiferare e incentivare” in modo da affrontare il…
Leggi l’intero articolo su: https://lasvolta2017.com/2018/04/24/la-microplastica-inquina-anche-a-2mila-metri-di-profondita/

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *