La crisi di Ferragosto, i siluri di Bruxelles e il colpo di reni di Renzi

 

È davvero difficile capire cosa sia accaduto nella politica italiana lo scorso Ferragosto. Nessuno si aspettava una crisi di governo in piena estate. O meglio: qualcuno immaginava che, prima o poi, sarebbe stato il M5S a staccare la spina, preso atto della sconfitta alle elezioni europee e poi sulla Tav; forse Di Maio avrebbe provocato la crisi per arginare i mal di pancia interni al suo partito, ma sembrava impossibile che lo facesse proprio Salvini, in piena crescita di consenso.  Ma nel Belpaese l’inverosimile diventa realtà: ecco quindi il ministro degli Interni e leader della Lega, dopo una scorpacciata di comizi nelle più affollate spiagge d’Italia, decide di chiudere l’esperienza del Governo giallo-verde.

Molte reazioni sono improntate all’umorismo:…
Leggi l’intero articolo su: https://lasvolta2017.com/2019/09/16/la-crisi-di-ferragosto-i-siluri-di-bruxelles-e-il-colpo-di-reni-di-renzi/

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *