Indagine della Guardia di Finanza per una presunta gestione allegra nella centrale Enel di Cerano

 

La centrale Federico II Falsi stati di avanzamento dei lavori; fatture liquidate per lavori mai eseguiti; verifiche e controlli mai effettuati; valori da indicare nell’offerta di gara per favorire un’impresa amica: questo era quanto accadeva, secondo un’indagine della Guardia di Finanza, nella centrale Enel Federico II di Cerano. Indagine che questa mattina si è concretizzata con l’arresto in carcere di Carlo De Punzio, 47 anni, di Mesagne, addetto all’ambiente e alla sicurezza, e di altre 4 persone ai domiciliari: Domenico Taboni, 59 anni, di Roma, Fabiano Attanasio, 54 anni, di Brindisi, Vito Gloria, 52 anni, di Brindisi, Nicola Tamburrano, 62 anni, di Torre Santa Susanna.  Indagato a piede libero l’imprenditore L. G. P., 47 anni, di Monteroni (Lecce). Nei…
Leggi l’intero articolo su: http://chiazzarande.blogspot.com/2017/05/indagine-della-guardia-di-finanza-per.html

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *