Dov’è l’Onu per l’arresto di Assange? E Moreno non può garantire che GB non applica la tortura

 

Il presidente dell’Ecuador, Lenín Moreno, in una intervista rilasciata al quotidiano britannico The Guardian, ha spiegato le ragioni che hanno portato la sua ambasciata a Londra ad espellere il giornalista e programmatore informatico australiano Julian Paul Assange:

“Ogni tentativo di destabilizzare è un atto riprovevole per l’Ecuador, perché siamo una nazione sovrana e rispettosa della politica di ogni Paese. dall’ambasciata e con il permesso delle autorità del precedente governo sOno stati forniti strumenti per interferire nei processi democratici di altri Paesi. Non possiamo permettere che la nostra casa, la casa che ha aperto ad assange le sue porte, diventi un centro di spionaggio. Queste attività violano le condizioni di asilo. La nostra…
Leggi l’intero articolo su: https://lasvolta2017.com/2019/04/15/dove-lonu-per-larresto-di-assange-e-moreno-non-puo-garantire-che-gb-non-applica-la-tortura1/

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *