Col machete per aprire la porta: moglie e figlia si erano rifugiate in casa. Arresti dei carabinieri a Fasano, Tuturano e Ceglie Messapica

 

  Con un machete cerca di sfondare la porta di casa dove si erano rifugiate moglie e figlia, ma viene bloccato ed arrestato dai carabinieri.  San Vito dei Normanni. Notte. Un 78enne tenta di sfondare, armato di machete, la porta di un’abitazione dove dalla mattinata prima, esasperate dai continui maltrattamenti subiti, la moglie, una  40enne, e la figlia, 20enne adottiva, si erano rifugiate. I carabinieri della compagnia di San Vito dei Normanni e della locale Stazione sono intervenuti e messo fine all’assalto, bloccando ed arrestando il 78enne.
 La casa presa d’assalto con il machete appartiene ad  un conoscente delle donne, che l’aveva  messa a  loro disposizione. L’aggressore è poi stato posto agli arresti domiciliari. A
Leggi l’intero articolo su: http://chiazzarande.blogspot.com/2017/02/col-machete-per-aprire-la-porta-moglie.html

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *