Spiati e mazziati

 

Il tentativo di Apple, Google, Facebook  e compagnia cantante di apparire al grande pubblico bue come numi tutelari della privacy sarebbe patetico se non facesse parte di un grande inganno, così ovvio e scoperto da essere quasi un autoinganno che l’uomo della strada perpetrata su stesso. Il no della mela morsicata alla richiesta dell’Fbi di accedere appartenente ad un degli uomini responsabili della strage di San Bernardino, sa di mossa puramente mediatica non a caso seguita a ruota dai tutti i grandi mistificatori della rete. Non è male fare bella figura quando si sa benissimo della compravendita degli account, delle possibilità di controllo concesse ai servizi, delle profilazioni accanite degli utenti. soprattutto non è male far credere di proteggere come Don…
Leggi l’intero articolo su: https://ilsimplicissimus2.wordpress.com/2016/02/22/spiati-e-mazziati/



Altri post interessanti:

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *