La festa è finita

 

Un involucro svuotato.
E’ stata questa la sensazione prevalente nell’assistere oggi alla cerimonia per la Festa della Repubblica. Una festa mai particolarmente amata dalla nostra classe dirigente, tanto che per 24 anni si svolse alla chetichella ogni prima domenica di giugno, senza un vero giorno festivo, per non disturbare troppo.

Quando venne ripristinata nella sua forma completa, fu per mano di uno degli artefici della desovranizzazione, quel Ciampi che guidò il riaggancio della lira al sistema Sme e rese possibile l’ingresso nella trappola dell’euro, di cui stiamo ancora pagando le conseguenze.

Un inusuale attaccamento al più tradizionale immaginario patriottico, quello di Ciampi, quasi un’inconscia compensazione per l’incessante, sotterraneo lavoro…
Leggi l’intero articolo su: http://feedproxy.google.com/~r/IlSonnoDellaNazione/~3/HAORKfGjxJQ/la-festa-e-finita.html

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *