Indagini diagnostiche: pazienti dirottati senza preavviso dal “Melli” al “Perrino”. Macchia: “Una disorganizzazione organizzata”

 

Segretario Cgil Antonio Macchia Smontano l’apparecchiatura per la diagnostica ambulatoriale e non avvertono i pazienti. Che prenotati da tempo questa mattina si sono regolarmente presentati al “Melli” per la gastroscopia e colonscopia, salvo poi essere dirottati al “Perrino”, da raggiungere con mezzi propri e senza certezze sull’effettiva prestazione alla quale sottoporsi.
  Disfunzioni organizzative, che fanno del paziente l’ultimo riferimento in base ad un’ipotetica lista delle priorità.  Presidio ospedaliero Melli. Una decina di pazienti, dopo aver pagato il ticket, siede nei corridoi del servizio di indagine diagnostica. Sono a digiuno, così come prevede il protocollo. E sono pazienti con un’età avanzata, oltre che debilitati….
Leggi l’intero articolo su: http://chiazzarande.blogspot.com/2017/06/indagini-diagnostiche-pazienti.html



Altri post interessanti:

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *