Il neofeudalesimo delle liste civiche.

 

di Gerardo Lisco. Oltre al vuoto della politica, due altri dati sono emersi in modo chiaro e netto dal voto alle ultime elezioni: il calo della partecipazione, passata dal 67% delle precedenti elezioni amministrative all’attuale 60% e la presenza asfissiante di liste civiche. I partiti politici hanno preferito agire nell’ombra nascondendo il loro fallimento dietro fantasiosi e colorati simboli civici. Un tempo essere candidati sindaco sotto il simbolo di un partito era motivo di orgoglio e di appartenenza a una precisa identità culturale e politica. Oggi è esattamente il contrario. Il candidato alla carica di sindaco e le liste che lo sostengono preferiscono non presentarsi sotto il simbolo di un partito. In un sistema politico e sociale destrutturato questa è una…
Leggi l’intero articolo su: http://www.freeskipper.it/2017/06/il-neofeudalesimo-delle-liste-civiche.html



Altri post interessanti:

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *