Dottoressa violentata, giovane stupratore ammette e dice: “Sono pentito, non ero in me”

 

“Sono profondamente pentito non ero in me”. Sono le parole pronunciate da Alfio Cardillo, il 26enne arrestato ieri dai carabinieri dinanzi al Gip Pietro Curro’ ammettendo di avere sequestrato e violentato per alcune ore una dottoressa di 51 anni mentre era in servizio alla Guardia medica in un comune del Catanese. Lo dice il suo legale, nominato d’ufficio, l’avvocato Luca Sagneri. “Ha ammesso gli addebiti che gli sono contestati – ha spiegato il penalista – ma ha agito in un forte stato di incoscienza”. Uno stato causato dall’avere ingerito alcol e antidolorifici. Cardillo ha riferito di avere avuto un violento mal di denti e di aver tentato di sedare il dolore bevendo alcolici e per questa sarebbe andato alla Guardia medica…
Leggi l’intero articolo su: http://www.grandangoloagrigento.it/dottoressa-violentata-giovane-stupratore-ammette-e-dice-sono-pentito-non-ero-in-me/

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.